Italia +39 338 2838228 - Grecia +30 694 8222463 (maggio-ottobre) info@pennebianche.com
chevron-right chevron-left

Su molte isole delle Cicladi si possono fare bellissime escursioni a piedi, la stagione migliore è maggio-inizio giugno e metà settembre-fine ottobre quando le temperature non sono più torride ma assolutamente piacevoli.
L’isola che vi propongo è la mia preferita: AMORGOS.
Il meraviglioso paesaggio di Amorgos con le sue montagne a picco sul mare sono un invito a camminare e fare escursioni per godersi sia la ricca flora che i suoi fantastici panorami. Non serve essere grandi montanari per scoprire i segreti dell’isola e il ricco mondo delle sue erbe.

Lista escursioni


SENTIERO
LUNGHEZZA
DURATA CAMMINIO
LIVELLO DIFFICOLTà
KATAPOLA-CHORA4 km1 houreasy
HOZOVIOTISSA-POTAMOS-AEGIALI11km4 hourseasy

LANGADA-THEOLOGOS-STAVROS

4,9 km
1,5 hours
medium
STAVROS-MELANIA FOREST2,2 km1 hourdifficult
ASPHONDILIS-CHALARA BEACH2,6 km1 hourdifficult

Qui di seguito vi propongo un itinerario che mi è piaciuto moltissimo e ho documentato con alcune foto.
Se volete visionare gli altri itinerari della lista consultate www.amorgos-island-magazine.com

Itinerario Langada Stavros
Inizia dal parcheggio di Langada che si puo’ raggiunge con bus, motorino o macchina a nord dell’isola. Quasi subito si arriva ad una strada asfaltata che discende verso la cupola blu della Panaghia Epanochoriani. Dopo 3 minuti c’è una deviazione: la strada a sinistra scende verso la vallata. Dovete prendere a destra e continuare sulla strada asfaltata che diventa una scalinata. Dopo 5 minuti si passa a un sentiero sassoso sulla destra e si arriva ad un’altra deviazione: sulla destra c’è un sentiero di cemento che va direttamente alla Panaghia Epanochoriani, sulla destra c’è un’indicazione per Aghios Theologos e Stavros.
Prendete il sentiero sulla destra. All’inizio è ben pavimentato ma poi diventa piu’ difficoltoso perchè sassoso. A volte, comunque, il sentiero sale con una bella scalinata di mattoni. C’è una grandiosa vista panoramica sulla Panaghia Epanochoriani e sullo sfondo anche l’isola di Nikouria. Dopo 10 minuti, ad una altezza di 300 metri, il sentiero diventa più stretto e anche pianeggiante ma poi sale nuovamente con 200 scalini. Dopo 30 minuti si arriva ad un piccolo verde altopiano.

Un po’ più avanti si arriva ad un punto roccioso dove si tiene la sinistra. Il sentiero diventa ancora molto sassoso e corre fra due pareti. Ora ci sono anche un parecchi cespugli e dell’ombra, molto eccezionale sulle isole Cicladi. Dopo altri 10 minuti si arriva ancora in uno spazio aperto, vicino alla piccola chiesa di Agia Barbara; si puo’ ora individuare avanti dritto Aghios Theologos.
Appena oltrepassata la chiesa dovete aprire un cancello di ferro e continuare per 5 minuti su un terreno aperto, dappertutto intorno si possono sentire le capre. Ad una specie di incrocio vicino una stalla dipinta di bianco girate a sinistra per visitare il monastero Bizantino di Theologos (5 minuti).

AGHIOS THEOLOGOS
La posizione di questo monastero è meravigliosa, l’edificio è impressionante: ci sono enormi fondamenta come fortificazioni e una coppia di rustici.
In questi rustici pentole e patate aspettano i pellegrini. La chiesa è molto bella con begli archi in mattoni, un altare su un vecchio pilastro ed alcuni dipinti ben conservati. All’esterno c’è una fantastica veduta del massiccio Kroikelo e della costa. Un paio di lavoranti ci offrono acqua fresca e dolcetti di locumi che mangiamo all’ombra.
Al cartello (Stavros 40′) si gira a destra e si segue lo stretto sentiero. Dopo 50 metri potete andare a sinistra attraverso una breccia nella parete. Si prosegue verso est e per circa 200 metri si cammina su un terreno aperto finchè si giunge a un larga parete. Poi si sale sul ripido sulla sinistra della parete. Si prosegue dovendo seguire il sentiero senza discostarsi dalla parete.
Dopo 10 minuti ci si scosta dalla parete seguendo sempre il sentiero pietroso.
Si continua per altri 15 minuti, salendo gradualmente. Si cammina su un pendio abbastanza aperto e spoglio di una collina, dietro a voi una meravigliosa veduta di Agios Theologos.

Improvvisamente si ha una grande veduta delle rocce sottostanti e il blu profondo del mare. Si vede anche la continuazione del vostro sentiero sulla destra, aggrappato alla collina. Si prosegue per altri 20 minuti, camminando in un paesaggio impressionante a 550-600 metri sul livello del mare. Poi dopo una curva si scopre la chiesettina di Stavros. La cappella è molto vicina ora, è quasi scavata nella roccia. è chiusa e solo il 13 e 14 settembre si vivacizza per un pellegrinaggio. Il resto dell’anno è un luogo solitario, specialmente quando c’è vento.
Per appassionati escursionisti ci sono altre tre sentieri che partono da questo luogo: uno alle miniere di bauxite (un’ora di cammino, difficoltoso e ripido), un’altro alla cima del monte Krikelos (821 mt) e l’altro in direzione est alla Melania Forest (un’ora di cammino, non idoneo ai deboli di cuore!).

Per maggiori informazioni su questi itinerari si puo’ consultare:
P. & H. Delahunt-Rimmer Amorgos – A Visitors and Walkers Guide o anche Walks on Amorgos by Raymond Verdoolaege

amorgos-map

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi