Italia +39 338 2838228 - Grecia +30 694 8222463 (maggio-ottobre) info@pennebianche.com

Nel golfo del Saronico, che bagna l’Attica da sud, si trova un gruppo di piccole isole, le isole del Saronico. L’itinerario in questo golfo si svolge in acque tranquille e protette dai venti a volte forti del Mar Egeo.
Queste isole dotate di una speciale bellezza offrono una varietà di paesaggi veramente sorprendente: alte montagne che scendono a picco sul mare, coste basse e sabbiose, isole rivestite da foreste o rocciose e aride. E non mancano per gli appassionati le ricchezze archeologiche.

Egina è rinomata per le sue brocche, ricca di alberi di pistacchio e di piante, con bei paesini sommersi dal verde. Il “Pistacchio di Egina” è famoso ed è il prodotto principale dell’isola. Magnificamente situato sulla sommità dell’unica collina troviamo l’importante monumento del Tempio di Afea, tra i più famosi dell’antichità. Sotto il tempio ci sono belle baie e spiagge sabbiose.

Molto vicino alla costa dell’Attica troviamo Salamina, la più grande delle isole del golfo Saronico, dove oltre alle sue spiagge, troviamo le rovine dell’antica acropoli e il monastero di Faneromeni, adorna di preziosi affreschi.

Poco più oltre si trova la verdeggiante isola di Poros. è un’isola ricca di verde e boscosa, dove si stende un’immensa piantagione di limoni che aromatizza l’aria a chilometri di distanza. Si potranno visitare le rovine del tempio di Poseidone e fare bagni in una delle sue suggestive spiagge. La piccola e felice cittadina costruita ad anfiteatro su una collina è il porto di Poros. In alto sulla collina ove di gode una magnifica veduta della piantagione di limoni c’è il pittoresco monastero di Zoodocho Pighi, per monache.

Ed ecco quindi Idra, isola lunga e rocciosa, con la sua tradizione navale. Il capoluogo (Chora), è bello e pittoresco, con le alte case variopinte che adornano il suo nudo paesaggio grigio. Ed è in mezzo a queste viuzze con taverne e negozi che giovani e artisti si incontrano, attratti dalla sua selvaggia bellezza e dall’architettura dagli incomparabili colori. Particolarità dell’isola la totale assenza di veicoli a motore grazie ad un divieto delle autorità locali. Si respira quindi un’incantevole atmosfera di pace.

Infine Spetses, che come la famosa Hydra, ha alle spalle un’antica tradizione marinara. L’isola è piccola, ricca di pinete, belle spiagge e graziose baie rocciose, molto animata e piena di vita nella stagione estiva. Pittoresche sono le carrozzelle che attraversano i suoi vicoletti, le sue case bianche e le palazzine signorili con le buganvillee e i cortili lastricati di ciottoli. L’antico porto è molto pittoresco, pieno di barche e navi e attorniato da piccole e simpatiche taverne.

L’itinerario di “Penne Bianche” prosegue solitamente fino alla vecchia cittadina di Nafplion, situata sul Peloponneso all’interno del Golfo Argo-Saronico. Dominata dalla fortezza di Palamiti antico bastione franco-veneziano. Nafplion, che fu capitale della Grecia prima di Atene, ha un fascino particolare con le sue pittoresche stradine, le terrazze dei caffè in riva al mare e la piccola fortezza di Bourdzi in mezzo alla baia. Molto interessante l’escursione nella zona di Epidauro dove venne fondato il celebre santuario di Esculapio, dio della medicina. L’antico teatro di Epidauro, rinomato per la sua acustica, è il meglio conservato di tutta la Grecia.

L’ATTICA
L’Attica è quella parte della Grecia delimitata a nord della Grecia centrale (Sterea) e bagnata a sud dal golfo Saronico. In Attica si trova Atene, la capitale dello stato greco, e il Pireo, il suo porto. Il suo clima è mediterraneo, piacevole e salubre, caratterizzata dall’assenza di umidità. Bagnata da una splendida luce solare, l’Attica è ricca di ricordi del passato: a Sunio il santuario di Poseidone e di Nemessi, a Maratona la famosa vittoria dei Greci sui Persiani, a Eleusi il santuario di Demetra, nonché monumenti bizantini come i monasteri di Kaisariani. Partendo da Atene il visitatore può, percorrendo solo pochi chilometri, godersi sia il mare che la montagna. Un’altra caratteristica particolare dell’Attica è la grande varietà del paesaggio: da una parte le sue belle montagne – il montagne – il Parnete (Parnitha), Penteli e l’Imetto e dall’altra il mare con le sue coste frastagliate e le spiagge pulsanti di vita, particolarmente in estate, a tutte le ore del giorno fino all’alba.

ATENE
Capitale dello stato greco. La città ha preso il nome dalla dea Athena, la dea della sapienza e della saggezza. Qui vide la luce la democrazia. Qui fu creato il capolavoro dell’architettura, il Partenone. Qui l’arte divenne un elemento inseparabile della vita stessa, e qui infine Pericle pronunciò il suo famoso discorso, l’Epitaffio, il monumento della parola. Nella coscienza di tutto il mondo civile Atene rappresenta un simbolo, il simbolo della libertà, dell’arte, della democrazia.
Ad Atene i ricordi non si cancellano mai.
Ovunque ti trovi, ovunque tu vada, vedrai rivivere la sua ricca storia.
Al centro della città dominano due colline, quella dell’Acropoli – con i monumenti dell’epoca di Pericle – e del Licabetto, con la pittoresca chiesetta di Ai Ghiorghi.
L’Atene odierna è una città moderna, viva e scatenata. Moderna e romantica nel contempo. Con strade e piazze piene di vita, con vetrine traboccanti di colori. Ma anche con stradine nascoste e quartieri isolati e tranquilli (Plaka, Mets ed altri). Nei ristoranti e nelle taverne si può gustare tutto ciò che si desidera; nei locali notturni, nei pub, nelle discoteche, nei bar ci si può divertire allegramente e fare le ore piccole. Perché ad Atene il divertimento non ha mai fine. Inizia la sera sul presto e finisce solo con le prime luci dell’alba.

PIREO
È il porto di Atene sin dall’antichità.
La città odierna, costruita sul sito della città antica, è un grande centro marittimo e commerciale. Dal suo porto salpano tutte le navi che collegano la capitale con ogni angolo delle isole della Grecia e con l’estero. Il Pireo si trova a sudovest di Atene, a circa 10 Km. dal centro della città, a cui è collegato tramite un servizio di autobus e la metropolitana. Oltre il porto si distinguono la collina del Profitis Ilias e la collina di Kastella, con le palazzine signorili neoclassiche e gli edifici moderni che sembrano sospesi sul mare. Tra le zone più turistiche e rinomate del Pireo troviamo i porticcioli naturali di: Mikrolimano, Pasalimani, Zea, Freatida e Chatzikiriakio. Qui, nelle innumerevoli tavernette lungo il mare, si possono gustare indimenticabili specialità a base di frutti di mare accompagnati dal fantastico ouzo greco. Il piacere del cibo viene accompagnato dall’odore del mare e dal suono dei numerosissimi caicchi, yacht e barche a vela, che vengono cullati dalle onde, proprio accanto ai tavolini.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi