Italia +39 338 2838228 - Grecia +30 694 8222463 (maggio-ottobre) info@pennebianche.com

Crociera nell’isola di Mykonos e Delos

Mykonos è l’Ibiza della Grecia. Un’isola incantevole grazie alle case bianche con le  finestre colorate e i balconi fioriti e alle strade strette, ai mulini a vento, alle numerose piccole chiese, ai ristorantini e ai caffè. In alta stagione Mykonos è l’isola della movida, del divertimento sfrenato, insomma un’isola party.

È preferibile una crociera a Mykonos in primavera o in autunno, (per i periodi esatti consulta il nostro calendario delle crociere in Grecia) quando l’isola non è superaffollata. In questi periodi dell’anno, Mykonos mostra il suo volto più autentico dando ai viaggiatori la possibilità di approfondire scenari e paesaggi di rara bellezza senza musica assordante e personaggi eccentrici.
Nonostante l’incredibile sviluppo turistico di Mykonos gli abitanti sono gente semplice, allegra e cordiale che trova sempre tempo per vivere le proprie tradizioni, usi e costumi.

Cosa offre una crociera a Mykonos in barca a vela

Secondo la leggenda Mykonos, sarebbe sorta dai corpi pietrificati dei Giganti uccisi da Ercole. Il nome lo averebbe preso da Mykonos, figlio di Apollo. Effettivamente l’isola ha origini antiche, infatti gli scavi nell’area di Ftelia hanno riportato alla luce un importante insediamento neolitico.

L’isola è rocciosa, sterile e spoglia con poche colture, coste frastagliate, rupi impressionanti, innumerevoli chiesette e mulini a vento, una scenografia davvero emozionante e suggestiva che si può apprezzare appieno solo con una crociera in barca a vela a Mykonos.
Il paesino di Chora è un luogo veramente piacevole da esplorare. Passeggiare, visitare i mulini a vento, dar da mangiare al pellicano Petros, bere un drink nel piccolo porto e visitare la chiesa Paraportiani. La chiesa ortodossa più famosa di Mykonos si trova nel quartiere di Kastro ed è un famoso simbolo dell’isola. Questa chiesa, infatti, è formata da 4 chiesette a pianterreno che sorreggono l’edificio principale del primo piano. Si tratta di uno degli edifici più fotografati dell’isola e una straordinaria combinazione di bianco contro l’azzurro del cielo e del mare.

Matoyianni è la strada dello shopping e della movida di Mykonos. È una via stretta e lunga che inizia vicino al porto vecchio. Lungo il percorso si possono trovare negozi di ogni tipo: dall’alta moda, a locali più o meno etnici, ristoranti e pub che rispecchiano la vocazione cosmopolita di quest’isola. Matoyianni comunque conserva intatta le caratteristiche del tessuto urbano greco. Basta perdersi in uno dei tanti vicoletti per ritrovare tutti gli elementi tipici dell’architettura cicladica: case bianche, finestre e portali blu, balconi fioriti.

Little Venice è uno dei luoghi simbolo della Chora. L’architettura è quella tipica, cicladica, che caratterizza tutta l’isola con la differenza, però, che la prima schiera di case “galleggia” sull’acqua diciamo un po’ come a Venezia. Il suo nome originale “Alefkandra” deriva dalla suo originario utilizzo come lavanderia, era qui che le donne di Mykonos lavavano i loro panni. Negozi, ristoranti, bar e pub la fanno da padrone come nel resto dell’isola. Il consiglio è di venirci al tramonto quando il sole tinge la risacca d’oro regalando magici colori.

Costruiti nel XVI secolo, per oltre 400 anni, i mulini di Mykonos hanno rappresentato una voce fondamentale nell’economia del territorio. Si tratta dei più famosi monumenti dell’isola. Anticamente le genti di tutte le Cicladi portavano il loro grano e orzo per essere trasformati in farina. La macinazione del grano coltivato sull’isola non serviva solo a soddisfare il fabbisogno interno ma apriva alla popolazione rotte importanti nel commercio estero di farina. Quando il turismo ha preso il sopravvento su agricoltura e commercio, i mulini sono stati riadattati in attrazioni.

 

 

 

 

 

 

 

Un’altra tappa immancabile in un tour di una crociera a Mykonos, secondo la skipper, è il Museo archeologico che ospita moltissimi reperti di ceramica provenienti dalle vicine isole di Rhina, Paros e Delo. Interessante anche il Museo Marittimo dove sono custoditi diversi modelli navali della flotta pre-micenea, oltre a tutta un’altra serie di oggetti (ancore, timoni, libri di navigazione). Inoltre ci sono altre mete culturali come: il Museo del Folklore, il Museo dell’Agricoltura e la graziosa Casa di Lena, ossia un’autentica abitazione tradizionale della borghesia di Mykonos. Tale casa è una testimonianza preziosa dell’antica stratificazione sociale dell’isola, prima che il turismo prendesse piede. I poveri abitavano infatti le case piccole del fitto dedalo di vicoli di Chora; i ricchi, perlopiù armatori, vivevano nelle case di Little Venice. I borghesi, cioè commercianti, insegnanti, notai, abitavano in graziose case con un ampio salone, due camere da letto e un cortile esterno con il bagno e con il terrazzino sulla strada.

Ad Ano Mera, il più importante centro abitato di Mykonos dopo Chora è degno di nota il Convento della Panaghia Tourliani, con le decorazioni in legno scolpito della chiesa, ove sono conservati vasellame sacro, abiti sacerdotali e ricami. Molto caratteristici sono il suo campanile e la fontana di marmo nel cortile.

Sono in tutto 14 le famose spiagge di Mykonos e regalano ognuna una suggestione diversa: per chi ama far festa, quelle più belle da un punto di vista paesaggistico, quelle per gli amanti di windsurf e kitesurf; quelle per i nudisti e quelle per le famiglie.
Mykonos prova ad accontentare tutti ma in sostanza tutta la costa dell’isola ha subito un intenso sviluppo turistico e quindi non è più un’isola per chi desidera spiagge quasi deserte e natura incontaminata. Certamente fuori stagione lo scenario cambia rispetto al caos di luglio e agosto perciò se alla mondanità si cerca un po’ di relax sono questi i mesi migliori per una crociera a Mykonos in barca a vela.

L’isola sito archeologico di DELO (DILOS)

A poco più di tre miglia da Mykonos, l’isola degli eccessi e del divertimento ce n’è un’altra invece che è completamente disabitata. Patrimonio Unesco dal 1990, Delo è un enorme sito archeologico in cui le operazioni di scavo proseguono ininterrottamente dalla fine del XIX secolo. Non a caso è rigorosamente vietato pernottare sull’isola con la sola eccezione degli archeologi presenti.
Per chi non la conosce, un tour dell’isola di Delos è una visita molto speciale. La crociera delle Cicladi nord ci porta dunque ad un’altra tappa unica nel suo genere, un tuffo nell’antichità. L’ancoraggio è concesso solo di giorno per la visita del sito. Si scende a terra con il tender e già dal largo è possibile vedere templi e rovine, un’atmosfera davvero affascinante.

Nella mitologia greca Delo era la culla di Apollo, dio del Sole e della sua gemella Artemide, dea della luna. Dal IX secolo a.C. e per un millennio circa fu il centro politico e religioso dell’Egeo. Oggi il sito archeologico si stende per quasi tutta la lunghezza dell’isola. È possibile ammirare i pavimenti a mosaico in varie case e la famosa terrazza dei Leoni, chiamata così per le 5 enormi statue di  leoni in marmo che si elevano verso il cielo blu e sembrano ancor oggi i custodi dell’isola. Il museo che si trova qui ospita sculture delle epoche arcaica, classica, ellenistica e romana come pure una raccolta di vasi di diverse epoche. In alcune case furono ritrovati splendidi pavimenti a mosaico con raffigurazioni di Dionisio, delfini e tridenti.

Terminata la visita al sito, la vostra skipper si occuperà della  cucina a bordo per poi passare la notte nella vicinissima Renea separata da Delos da uno stretto braccio di mare. L’ancoraggio è tranquillo, l’isola è deserta, brulla, anche se un tempo era un importante necropoli. Sembra di essere in altro mondo, selvaggio e primitivo. Sensazioni uniche che si possono vivere solamente col noleggio di barca a vela con skipper in Grecia.

Vuoi saperne di più sulle crociere?

Richiedi subito maggiori informazioni.

Contattaci!

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Whatsapp Chat

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi